Finale di stagione super: Lorenzo domina l’Ultra K di Salsomaggiore

By , 22 novembre, 2016, No Comment

Lorenzo Trincheri durante l'Ultra K di Salsomaggiore

(22 novembre 2016) Non poteva esserci miglior finale di stagione per Lorenzo Trincheri. A sole due settimane dal podio nella Ecomaratona di Alba ed un mese e mezzo dopo la vittoria di categoria nella Turin Marathon, il 46enne Camoscio di Dolcedo ha trionfato nella Ultra K di Salsomaggiore Terme, prestigiosa (nel 2015 è stata valida quale prova unica per l’assegnazione del titolo italiano di ultramaratona) nonché durissima corsa su strada di 50 km, tutta su asfalto, inserita nei calendari Fidal e Iuta, su un percorso fatto di continui sali e scendi, con circa mille metri di dislivello complessivo (punto più alto, il passaggio a Sant’Antonio, a quota 565 metri slm). Una prova con partenza ed arrivo a Salsomaggiore Terme, tutta intorno al monte Canate e passaggio da Pellegrino Parmense. L’agente immobiliare della Val Prino, portacolori della Gs Roata Chiusani, ha chiuso, con le Karhu ai piedi, in 3h26’42”, precedendo di oltre 5 minuti il milanese Massimiliano Rigamonti (Marciacaratesi). Terzo, a 5’39”, Massimo Alessi (Runcard), mentre tutti gli altri (239 sono stati coloro che hanno tagliato il traguardo) hanno accusato un ritardo superiore ai 10’. Prima delle donne e prima degli atleti stranieri, al 16° posto assoluto, è stata la bravissima giapponese Majidae Sohn della Asd Maratona Mugello.
Quella di domenica scorsa era la decima edizione della Ultra K, ma Trincheri non l’aveva mai corsa in passato. Un debutto, dunque, vincenteOltre 1.000 gli atleti iscritti, se si tiene conto anche dei partecipanti alla gara più breve, sulla distanza dei 23 km.
Sono molto soddisfatto – ha commentato Lorenzo -. In questo tipo di competizioni posso dire di essere ancora competitivo. Alla vigilia ero un po’ timoroso per via dei soli 14 giorni trascorsi dalla gara di Alba. Ci tenevo molto però ad essere presente, anche per onorare il mio nuovo sponsor tecnico, Karhu. A rendere ancora più dura la prova ci si sono messe la nebbia e l’umidità, decisamente fastidiose su un percorso così ondulato, specialmente nei tratti in discesa. Ora un po’ di meritato riposo ed un’attenta riflessione sulla programmazione del 2017”.
Al fianco di Trincheri nei suoi impegni agonistici ci sono anche Calvi Auto concessionaria Kia, Piero Saglietto agente generale Carige Assicurazioni e Immobiliare Valprino Dolcedo.

Il vittorioso arrivo di Salsomaggiore