Turin Marathon ok per Trincheri

By , 5 ottobre, 2016, No Comment
Lorenzo Trincheri presso il salone di Calvi Auto Kia, uno dei suoi partner

Lorenzo Trincheri presso il salone di Calvi Auto Kia, uno dei suoi partner

(5 ottobre 2016) A 46 anni, non smette di stupire Lorenzo Trincheri, il camoscio di Dolcedo, che da quando ha scoperto la passione per la corsa non si è più fermato, collezionando vittorie, piazzamenti e soddisfazioni a ripetizione. L’agente immobiliare della Val Prino domenica scorsa, 2 ottobre, ha chiuso la 30esima Turin Marathon (oltre 1.500 partenti) in 63^ posizione, 1° nella categoria M45 con il tempo di 2h42’06”, 15° degli italiani, in una gara che, valida per il titolo iridato dei corpi militari, ha raccolto una partecipazione più che mai internazionale.
“Sono andato meglio del previsto – ha detto il popolare Trink -. Non avevo preparazione specifica. Io, come noto, prediligo le ultramaratone, i percorsi fuoristrada e le salite”. A fine agosto Lorenzo era giunto 4° ai Mondiali Master di corsa in montagna, a Susa. Nel 2016 ha trionfato nella Bibi Epic Race, nel Savonese, e nella Chaminado di Cuneo. “Vorrei ancora fare un paio di gare, una sarà il 6 novembre l’Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco di Alba. Il rammarico più grande è aver rinunciato, per problemi con il volo aereo, all’invito per la Granada-Pico Veleta, a luglio in Spagna, una delle gare più massacranti e che amo di più, vinta già tre volte. Peccato anche l’annullamento della gara del Faudo, sulle strade di casa, cui sono particolarmente affezionato. Speriamo che in futuro si riesca ad organizzare anche nelle vallate dell’Imperiese una gara di prestigio, il territorio lo merita”.
Lorenzo, tesserato per il Gs Roata Chiusani, è anche un conteso testimonial: la Karhu, storico brand finlandese specializzato nel running, dovrebbe a breve diventare il suo nuovo fornitore tecnico.